La dieta vegetariana degli atleti: quali alimenti scegliere?

Un atleta dovrebbe ricordare che è importante soddisfare il dispendio energetico dopo una sessione di allenamento. L’obiettivo è quello di evitare la perdita di massa muscolare migliorando al contempo la propria condizione fisica. Naturalmente, è possibile seguire una dieta vegetariana per soddisfare le esigenze nutrizionali dell’organismo. Qui di seguito sono riportate ulteriori informazioni.

Un vegetariano può diventare un atleta di punta?

Da un punto di vista pratico, è possibile diventare un grande sportivo adottando una dieta vegetariana. Basta guardare Frederick Carlton Lewis, un corridore vegetariano che ha vinto dieci medaglie olimpiche (9 ori) e dieci medaglie ai Campionati del Mondo di Atletica Leggera (8 ori). Per non parlare del famoso pattinatore vegetariano Surya Bonaly, che ha vinto tre titoli di campione del mondo di riserva e cinque titoli di campione europeo. Certo, gli atleti vegetariani più famosi non rivelano mai i loro segreti, ma una cosa è certa, è che hanno lavorato sodo per raggiungere i loro obiettivi.

In altre parole, tutti, anche i vegetariani, possono diventare atleti di alto livello, purché scelgano ricette vegetariane. Naturalmente, è consigliabile seguire una dieta ricca di proteine vegetali (aminoacidi), carboidrati, proteine e lipidi per evitare il rischio di carenze. Fortunatamente, ci sono molti prodotti alimentari dedicati agli sportivi vegetariani. Non resta che fare una lista di alimenti da scegliere prima di iniziare le sessioni di formazione. In ogni caso, è importante bere regolarmente acqua dopo, durante e dopo l’esercizio fisico.

Quali sono i cibi vegetariani migliori?

Come promemoria, un buon apporto di proteine (vegetali) è essenziale per tutti gli atleti (professionisti o principianti). Più concretamente, uno sportivo vegetariano ha tutto l’interesse a consumare legumi, cereali integrali, semi oleosi, frutta e verdura. In altre parole, deve adottare una dieta equilibrata per raggiungere i suoi obiettivi personali. Ad esempio, possono mangiare pane, riso, pasta integrale, avena e segale per reintegrare le loro riserve di carboidrati (basso indice glicemico), fibre, zinco e vitamine del gruppo B.

Poiché questa è la nutrizione sportiva dei vegetariani, gli alimenti ricchi di fibre, vitamina C, beta-carotene e altri antiossidanti dovrebbero essere preferiti per proteggere l’organismo dallo stress e dall’esercizio fisico. Pertanto, non esitate a mangiare verdure colorate e verdure a foglia verde. L’atleta dovrà anche mangiare legumi (fagioli, piselli, lenticchie, latte di soia e yogurt, ecc.) e semi oleosi (camelina, chia, lino, lino, lino, noci, canapa, semi di papavero, sesamo, semi di girasole, ecc.) in quanto sono un’ottima fonte di proteine vegetali, carboidrati, ferro, fibre, calcio, magnesio, zinco e vitamina B.